Day After Project /eco design

 

 

Tecnicamente gli elementi della collezione Day After Project sono cilindri destrutturati ma la filosofia sottesa è simile al significato che gli orientali conferiscono ai nodi della canna di bambù: mi piego ma non mi spezzo, forza e dinamismo si armonizzano nella nuova vita.

La geometria perfetta del cilindro di argento è sottoposta a un forte crash che ne cambia l’aspetto originario e regolare. Questa semplice operazione permette alla sottile lastra del cilindro di farsi più resistente, le pieghe, che si formano in maniera casuale e sempre differente, diventano un punto di forza. Il nuovo oggetto creato non ha solo preso vigore nell’impatto violento, le increspature gli conferiscono un’estetica morbida e sensuale. In fase di  realizzazione degli elementi cilindrici destrutturati c’è sempre il mio intervento diretto, non uso stampi, non interviene la macchina a rendere tutto uguale e asettico, i moduli che compongono il gioiello sono trattati singolarmente, fino a ottenere il risultato desiderato. La forma perfetta, del cilindro di metallo, è pressata in un imbutitore (parallelepipedo di acciaio tornito), fino a dimezzarne l’altezza, ripiegandosi su se stesso il metallo forma delle pieghe. L’imbutitura è un procedimento semplice e diretto, io mi avvalgo di tecniche manuali. Le irregolarità sono dovute alla pressatura del metallo eseguite manualmente questo procedimento, segue regole proprie, la piegatura dei cilindri non è mai uguale a se stessa e sfugge al mio controllo. In questo modo posso garantire l’unicità di prodotto unitamente alla necessità etica che si esprime mediante il riuso certificato della materia prima e della lavorazione a basso impatto ambientale.

 

 

Emanuela Bergonzoni Gioielli ha ottenuto la certificazione del progetto Ermes ambiente come azienda attenta alle problematiche ambientali.